hair-club-di-filippo-battistelli

  • Lunedì

    Chiuso

  • Martedì

    08:30 - 19:00

  • Mercoledì

    08:30 - 19:00

  • Giovedì

    08:30 - 19:00

  • Venerdì

    08:30 - 19:00

  • Sabato

    08:30 - 19:00

  • Domenica

    Chiuso

Seguici su

HairClub di Filippo Battistelli

Come portare la coda di cavallo

La coda di cavallo o pony tail è un’acconciatura adatta alle donne di ogni età, capace di garantire praticità ed eleganza.
Ma quali sono tutte le sue varianti? Scopriamolo insieme!

Perché scegliere la pony tail

La pony tail non è solo un modo pratico per raccogliere i capelli lunghi, ma è una vera e propria tendenza evergreen capace di offrire numerose possibilità, basti pensare a quella bassa, alta, oppure laterale.
Qualunque sia la scelta, mette in risalto i lineamenti del viso.

Come realizzare una coda di cavallo perfetta

Sebbene la pony tail sia semplice da realizzare, per avere dei risultati perfetti è necessario mettere in atto qualche accorgimento, a partire dall’utilizzo di una spazzola e di un pettine per eliminare tutti i nodi dalla chioma.
Se si desidera creare una coda liscia e alta, occorrono inoltre cera e gel per assicurare alla pettinatura un effetto ordinato.
Per ottenere invece una pony tail gonfia, si rivelerà particolarmente utile un pettine a coda per cotonare l’intera lunghezza dei capelli e creare in questo modo volume.

Una coda alta per ogni forma del viso

Al fine di valorizzare appieno i propri lineamenti, si raccomanda di fare una coda che meglio si adatti al proprio viso.
Se quest’ultimo è tondeggiante, sarà perfetta una pony tail altissima e collocata sulla sommità della testa per ottenere un fantastico effetto allungante.
Se il volto ha invece una forma ovale, meglio invece puntare a una versione morbida e non troppo alta.
In caso di viso quadrato caratterizzato da lineamenti marcati, è possibile valorizzare questi ultimi lasciando libere delle ciocche laterali per rendere i tratti più morbidi.
Per quanto riguarda infine l’ovale a forma di cuore con la fronte particolarmente alta, andrà benissimo una coda di media altezza e liscia.

Tutti gli stili della coda di cavallo

Gli stili della coda di cavallo sono davvero numerosi e non si avrà dunque che l’imbarazzo della scelta. Ecco qualche esempio:

coda di cavallo morbida: pettinare la chioma solo nella parte superiore del capo e lasciare le lunghezze naturali.
I capelli devono essere raccolti in modo ordinato, con qualche ciocca lasciata cadere ai lati del viso.
Dopo aver fissato la coda con un elastico, procedere con una cotonatura leggera;

coda alta elegante: è perfetta da sfoggiare durante una cerimonia, a patto che la chioma sia perfettamente pettinata.
Per realizzarla sarà necessario un pettine che aiuterà a raccogliere i capelli sopra la nuca e all’altezza desiderata.
Mentre una mano mantiene la coda alta in maniera salda, con l’altra occorre eliminare tutte le bombature.
Una volta terminata quest’ultima operazione, non resta che fissare l’acconciatura con un elastico o un fermacapelli;

coda alta con treccia: si realizza creando una tradizionale coda alta per poi proseguire con l’intreccio dei capelli.
Per ottenere un risultato di successo e duraturo, assicurarsi di impiegare un elastico oppure un ferma capelli capace di reggere il peso della treccia;

mezza coda alta: pettinare l’intera chioma e prestare particolare attenzione alle lunghezze.
Dividere i capelli in due sezioni orizzontali con l’aiuto di un pettine, raccogliere la parte superiore, realizzare una coda e fermarla con un elastico;

coda alta mossa: se i capelli non sono naturalmente mossi, bisognerà creare precedentemente delle onde con bigodini, phon o piastra.
Per ottenere un ottimo effetto volume, è bene dividere i capelli in due code, fissarle con degli elastici trasparenti e camuffare questi ultimi con una ciocca.