hair-club-di-filippo-battistelli

  • Lunedì

    Chiuso

  • Martedì

    09:00 - 19:00

  • Mercoledì

    09:00 - 19:00

  • Giovedì

    09:00 - 19:00

  • Venerdì

    09:00 - 19:00

  • Sabato

    09:00 - 19:00

  • Domenica

    Chiuso

Seguici su

HairClub di Filippo Battistelli

La fashion week 2024 e le pettinature di tendenza sulle passerelle

La Milano Fashion Week è ancora nel pieno delle sue sorprese, ma già abbiamo avuto modo di vedere alcune pettinature che di sicuro faranno tendenza per la prossima stagione.
Si è passati dai capelli lunghi effetto glossy alle verette dal tono drammatico, dalle forcine alle fasce anni ’70, il tutto condito da stile ed estro da parte dei maggiori stilisti.
Vediamo quindi quali sono le migliori trovate degli hair styler di questa stagione, sia come tagli e pettinature sia come accessori.

Capelli ricchi di accessori con Fendi

Fendi ha deciso di vestire le sue modelle con il consueto charme, ma è stato lo stylist Guido Palau a impreziosire il momento con le sue acconciature luminose.
Gli accessori sono in strass e metallo, da posizionare al centro della testa per un effetto etereo e allo stesso tempo moderno.
La chioma è poi tenuta ferma da fasce in pizzo leggere e delicate, in colori autunnali e raffinati come il bordeaux, che riprendono i toni degli abiti.
Lo scopo è creare un mix tra antico e moderno, attingendo ad atmosfere bucoliche e al metaverso, per un’immagine che superi il tempo e lo spazio.
Puoi ricreare questo mood in maniera più semplice, scalando i capelli in un bob medio spettinato e aggiungendo fasce e cerchietti in argenti metallizzato.

Faux Bob anni ’30: lo stile retrò di Max Mara

Max Mara ha deciso di ispirarsi alle atmosfere degli anni ’30, riempiendo di fascino la Fashion Week con il suo Faux Bob.
Questo è tenuto fermo da forcine, a vista e colorate per un effetto moderno e attuale.
I capelli sono di media lunghezza, tenuti fermi lateralmente da altre due forcine che scoprono il volto.
Si tratta di una soluzione adatta a far apparire il collo più sottile e rendere più magro un volto tondo.
Attrici come Emma Watson hanno scelto di adottare questa pettinatura stilosa e sono risultate tra le più affascinanti del red carpet.

La semplicità di Etro e Alberta Ferretti

Due filosofie opposte quelle di Etro e di Alberta Ferretti, che tuttavia hanno deciso di optare per la stessa semplicità sulle passerelle.
I capelli sono essenziali, tenuti in piega con pochi accessori e lasciati liberi sulle spalle.
L’unica accortezza è la grande luminosità e brillantezza, con la chioma che appare effetto glossy e dona lucentezza al volto.
Si tratta di pettinature semplici da ricreare per un evento, che valorizzano capelli biondi o mori, soprattutto se con riflessi di luce e meches sfaccettate.
Unico tocco di originalità sono i baby hair, scolpiti con il gel e trattati come una corta frangia, riprendendo in parte lo stile anni ’20 per sensualità e raffinatezza.

Quali sono i colori più visti alla Milano Fashion Week 2024?

Il mondo della moda detta legge anche dal punto di vista dei colori di tendenza, proponendo delle soluzioni più strong e altre delicate e raffinate.
Il biondo iceberg ha sempre un grande successo, soprattutto se personalizzato con un taglio corto quasi maschile.
Si passa poi all’estremo opposto con il nero corvino, da portare rigorosamente liscio e lucente, per un effetto glossy sensualissimo.
La tendenza leggermente punk è smorzata dal grande ritorno del rosa, declinato nella sua versione più calda e scura, che riprende i toni dell’autunno con eleganza e sofisticatezza.
Per quanto riguarda il taglio, la frangia è una grande protagonista delle sfilate, ma solo nella sua versione leggera e scalata, in modo da realizzare un butterfly cut misterioso.
La frangia a tendina diviene quindi impalpabile e trasparente, capace però di donare romanticismo e carattere al look.
Prevalgono i tagli medi e corti sui capelli lunghi e fluenti, da impreziosire con cerchietti e fiocchi secondo l’interpretazione di Versace, che adotta il look baby in una veste quasi da manga giapponese.