hair-club-di-filippo-battistelli

  • Lunedì

    Chiuso

  • Martedì

    09:00 - 19:00

  • Mercoledì

    09:00 - 19:00

  • Giovedì

    09:00 - 19:00

  • Venerdì

    09:00 - 19:00

  • Sabato

    09:00 - 19:00

  • Domenica

    Chiuso

Seguici su

HairClub di Filippo Battistelli

Autunno 2023: biondo sì, ma con nuances cacao

Audaci? Sì, ma non troppo. L’autunno 2023 osa, ma chiede anche morbidezza. La parola d’ordine è: mediare, tra il chiaro e lo scuro, tra la luminosità e l’originalità.

Biondo d’autunno: largo alle sfumature calde

Con la stagione fredda alle porte, il biondo si veste di caldo. Spazio, quindi, alle nuances color cliegia, cacao, rame o rosa. Si fanno strada anche nuove tecniche: il balayage bagnato è una di queste. Ridona lucentezza al biondo e non danneggia la chioma poiché viene effettuata sui capelli bagnati. Risultato: una definizione più confusa che attenua i contrasti troppo evidenti e consente di osare di più con i colori accesi.

Sfumature biondo 2023: bronde

È l’ultima moda, in fatto di colore. Direttamente da Instagram arriva il bronde, a metà strada tra il castano e il biondo.

Contrazione di mora e bionda, il bronde offre un contrasto mite alla chioma. La colorazione sta guadagnando popolarità ormai da diverse stagioni, anche perché non richiede troppe attenzioni: non sarà necessario, infatti, fissare un appuntamento dal parrucchiere ogni quattro settimane per coprire le radici.
È sufficiente, invece, adottare una buona hair routine e bilanciare i riflessi indesiderati, ravvivando e illuminando i toni chiari. Ideale per capelli fini, per dare un’impressione di sostanza, il bronde viene realizzato con la tecnica del balayage bagnato.

Sfumature biondo 2023: cacao

Ancora più decise, rispetto a quelle castane, le punte si fanno golose, colorandosi di fondente. La base resta bionda, anche chiarissima o fredda, ma il calore delle sfumature incornicia il viso riflettendogli densità e colore. In una parola: imperdibili. Da conservare lungo tutta la stagione fredda. In primavera, cambierete look, per una ventata di freschezza.

Sfumature biondo 2023: champagne

È la nuova tendenza di punta per il 2023. Frizzante e leggermente audace, si differenzia dalle altre tonalità di biondo aggiungendo un tocco di rosa. Risultato: la chioma cattura la luce e dona un effetto luminoso ai capelli, riscaldando anche la carnagione. Perfetto con una base abbastanza chiara.

Sfumature biondo 2023: oyster grey

Platino con riflessi argentati, è il colore che sta seducendo il web. Arioso e perlato, dona morbidezza al viso. È consigliato per capelli biondi o naturalmente grigi, ma occhio alla manutenzione: per non incorerre in fastidiose tonalità verdi, meglio idratare i capelli con un balsamo corposo o nutriente, in modo da rinforzare la chioma e renderla più elastica e lucente. Provare per credere.

Sfumature biondo 2023: rosso ciliegia

Si distingue per il tono a metà tra il rosso vivo e quello scuro (o bordeaux). Presenta, inoltre, leggeri riflessi rubino, per brillare come una vera ciliegia.
Se la carnagione è calda, gli esperti del colore consigliano, invece, di scegliere un colore rosso-arancio. Con una tonalità del viso fredda, al contrario, meglio un rosso dal sottotono più bluastro. Per l’autunno 2023, qualunque sia il tono preferito, la tendenza detta di usarlo solo come nuance su una base più chiara. Il biondo miele è perfetto per le più romantiche, platino o cenere per le più audaci.

Sfumature biondo 2023: rame intenso

È tornato alla ribalta ormai da qualche stagione, ma in questo autunno 2023 intende addirittura imporsi come colorazione imprescindibile. Le sfumature rame quest’anno acquistano maggiore intensità. Perfette per tutte le amanti dello stile vintage, perché richiamano chiaramente gli anni ’90 e si adattano a tutti i toni della pelle, senza eccezioni. Nessuna pecca, dunque, ma a un’unica condizione: che i riflessi siano sgargianti.
Occhio, tuttavia, alla manutenzione, che dovrà essere costante e regolare. Scegliete, quindi, uno shampoo per capelli colorati che proteggerà il colore in modo duraturo dopo la tinta e fate attenzione alla ricrescita: niente di più demodè di una base visibile che è sinonimo di trascuratezza. È la ricercatezza, al contrario, che cercate. O no?